Mondo Piccolo a Legnano

Nell’ambito della rassegna “Nutrire gli occhi guardando alla terra”,  Mondo Piccolo sarà in esposizione a Legnano presso Palazzo Leone da Perego dal 19 aprile al 7 giugno.

Mondo Piccolo in Legnano
Within the Nutrire gli occhi guardando alla terra (Feeding the eyes looking towards the Land) exposition, Mondo Piccolo will be on show in Legnano at Palazzo Leone da Perego from 19th April to 7th June.

 

 

COMUNICATO STAMPA – RASSEGNA FOTOGRAFICA
NUTRIRE GLI OCCHI GUARDANDO ALLA TERRA
Pensare il cibo dalla forma, al territorio, al lavoro
Nelle sale della fotografia d’autore

Paolo Simonazzi – Mondo Piccolo (con libro)

Un progetto fotografico che Paolo Simonazzi ha realizzato tra il 2006 e il 2010, attraversando le terre care a Giovannino Guareschi, luoghi dell’anima più che località geografiche.
“Chi cerca il «pittoresco» se ne vada a Capri o a Cortina.” – scrive Guareschi in un testo inedito del 1953-55 – “La Bassa è l’antipittoresco e proprio per questo è pura e incontaminata perché il pennello degli imbrattatele mai l’ha diffamata, mai le cartoline in tricromia hanno potuto oltraggiarne, con le loro rappresentazioni «artistiche» la casta e austera beltà. La Bassa è l’antipittoresco e la sua solida bellezza non è rappresentabile perché non offre possibilità di «tagli», di «inquadrature». Volerne dare un’idea con una rappresentazione pittorica o fotografica sarebbe come se si pretendesse di dare un’idea dell’immensità e della poesia del mare, mostrando una bigoncia piena d’acqua marina. La verità della Bassa non va cercata sulla terra, bisogna cercarla nell’aria. Pur se percorrete in automobile una delle strade della Bassa lunga pochi chilometri, essa vi par lunga. Perché spiritualmente voi la percorrete a piedi o sul calesse. La Bassa non è fatta per le gite turistiche in torpedone. È fatta per chi non ha paura di restar solo coi suoi pensieri. È fatta per chi…”
Da individuo che “non ha paura di restar solo coi suoi pensieri”, Simonazzi usa il linguaggio fotografico per stabilire un dialogo soprattutto con il paesaggio. Un paesaggio spesso avvolto nella nebbia, rarefatto e magicamente sospeso tra dimensione onirica e realtà.