Il tè delle Muse

Palazzo dei Musei – Reggio Emilia
Via Spallanzani, 1
Sunday February 15, 2015
Place the Photographer into the Museum
Bell’Italia
Paolo Simonazzi in dialogue with Walter Guadagnini

  • bell'italia

L’iniziativa è ad ingresso gratuito e senza obbligo di prenotazione.

Info:
0522 456477 Musei Civici – uffici, via Palazzolo, 2
0522 456816 Musei Civici di Palazzo S. Francesco, via Spallanzani, 1
musei@municipio.re.it

Domenica 15 febbraio a Palazzo dei Musei, alle ore 16.00, in occasione del Tè delle Muse, si terrà il secondo appuntamento del ciclo “Metti il fotografo al Museo” ciclo  di incontri dedicati al libro fotografico. In questa occasione sarà il fotografo Paolo Simonazzi, dialogando con Walter Guadagnini, autore dei testi insieme ad Enrico Franceschini, a parlare di “Bell’Italia”, volume edito da SilvanaEditoriale.
Nello sguardo dell’autore, i tre colori della bandiera italiana diventano pretesto per un viaggio nella penisola, un modo per vedere e raccontare le immagini dell’Italia odierna, con affetto e senza retorica. Paolo Simonazzi (Reggio Emilia, 1961) ha iniziato questo lavoro nel 2000, e le 61 immagini riprodotte nel volume sono la sintesi di una campagna fotografica privata, figlia delle esperienze, delle passioni e della vita dell’autore. Quello che emerge è un paese che ha ancora un’identità, un proprio equilibrio e una dose importante di autoironia.
Scattate in tempi diversi e lungo tutta la penisola, le immagini di Bell’Italia sono state individuate da Simonazzi nel proprio archivio. Il titolo proviene da un cartello stradale, ma il tono dell’intero progetto è dato in particolare da quelle immagini in cui la bandiera non appare nella sua fisicità, ma attraverso i tre colori che ad essa rimandano. Proprio in queste fotografie emerge la natura più autentica della poetica dell’autore.
L’autore trova il perfetto equilibrio tra casualità e costruzione, tra libertà di ispirazione e adesione al tema. Simonazzi non costringe mai lo spettatore a una lettura univoca, ma lo invita, attraverso indizi disseminati nello spazio dell’inquadratura, a individuare i diversi livelli di senso dell’immagine, agendo come un innesco.
Le fotografie toccano diverse tonalità, che vanno dall’affettivo all’ironico, dall’oggettività alla surrealtà, senza che nessuna prevalga sull’altra, senza che vi sia alcuna volontà di fornire un unico punto di vista su una realtà la cui caratteristica primaria è quella della varietà, dell’irriducibilità a un’unica interpretazione. Le bandiere di Bell’Italia sono motivo unificante di un paesaggio, filo conduttore di una riflessione sul paese e sulla sua storia: la lettura delle fotografie si arresta qui, dove volontariamente si ferma Simonazzi, suggerendo con sapiente leggerezza altri possibili percorsi.